Accesso ai servizi

Lunedì, 08 Giugno 2020

I.M.U. 2020



I.M.U.  2020


* ABITAZIONE PRINCIPALE cat. A/2 - A/3 - A/4 - A/5 - A/6 - A/7
e reative PERTINENZE (una per ciascuna cat. cat.  C/2 - C/6 - C/7) ESENTE

* PER TUTTI GLI ALTRI FABBRICATI 11,00  PER MILLE

* F
ABBRICATI CLASSIFICATI NEL GRUPPO CATASTALE D, ad eccezione della 
   Categoria D/10,     7,60  PER MILLE

* AREE FABBRICABILI 10,6 PER MILLE

* TERRENI AGRICOLI ESENTI


La Legge di Bilancio 2020 (Legge n.160/2019), ha modificato la disciplina dell’Imu-Tasi eliminando quest’ultima e accorpandola nella “nuova Imu”. Non cambia il presupposto d’imposta che è sempre costituito dal possesso di immobili ovvero di fabbricati, aree fabbricabili, inoltre sono state confermate le disposizioni vigenti compresa la tassazione derivante dai fabbricati ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D.

. VERSAMENTI, TERMINI DI SCADENZA E MODALITA’ DI PAGAMENTO (commi 761 -762)
L'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso. A tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per più della metà dei giorni di cui il mese stesso è composto è computato per intero.
Il giorno di trasferimento del possesso si computa in capo all'acquirente e l'imposta del mese del trasferimento resta interamente a suo carico nel caso in cui i giorni di possesso risultino uguali a quelli del cedente. A ciascuno degli anni solari corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria.

I soggetti passivi effettuano il versamento dell'imposta dovuta al comune per l'anno in corso in due rate, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre. Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell'imposta complessivamente dovuta in un'unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno.
Entro la scadenza prevista per il pagamento della seconda rata dovrà essere effettuato il conguaglio con quanto complessivamente dovuto per l’anno 2020

Il Comune di Viale:
- con deliberazione del Consiglio comunale  n. 7 in data 06/06/2020 ha approvato il Regolamento per l'applicazione dell'imposta;
- con deliberazione del Consiglio comunale  n. 8 in data 06/06/2020 ha approvato le seguenti  ALIQUOTE IMU ANNO 2020
:

* ABITAZIONE PRINCIPALE cat. A/2 - A/3 - A/4 - A/5 - A/6 - A/7
e reative PERTINENZE (una per ciascuna cat. cat.  C/2 - C/6 - C/7) ESENTE

* PER TUTTI GLI ALTRI FABBRICATI 11,00  PER MILLE

* F
ABBRICATI CLASSIFICATI NEL GRUPPO CATASTALE D, ad eccezione della 
   Categoria D/10,     7,60  PER MILLE

* AREE FABBRICABILI 10,6 PER MILLE

* TERRENI AGRICOLI ESENTI

L’imposta non è dovuta qualora essa sia uguale o inferiore a 12 euro. Tale importo si intende riferito all’imposta complessivamente dovuta per l’anno e non alle singole rate di acconto e di saldo.


Per l'anno 2020 sono confermati i codici tributo già istituiti con le risoluzioni n. 35/E del 12 aprile 2012 e n. 33/E del 21 maggio 2013

  • “3912” denominato: “IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze - COMUNE”;
  • “3913” denominato “IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale - COMUNE”;
  • “3914” denominato: “IMU - imposta municipale propria per i terreni – COMUNE”; ?
  • “3916” denominato: “IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - COMUNE”;
  • “3918” denominato: “IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati – COMUNE”;
  •  “3923” denominato “IMU - imposta municipale propria – INTERESSI DA ACCERTAMENTO - COMUNE”;
  •  “3924” denominato “IMU - imposta municipale propria – SANZIONI DA ACCERTAMENTO - COMUNE”;
  • “3925” denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO”;
Inoltre con deliberazione del Consiglio comunale n. 9 in data 06/06/2020 ha  disposto la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto IMU 2020 entro il 30 settembre 2020, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche, da attestarsi entro il 31 ottobre 2020, a pena di decadenza dal beneficio, su modello predisposto dal Comune;